Competenza e professionalità dei tecnici resìn per lo sviluppo del progetto DORMS Bocconi

Competenza e professionalità dei tecnici Resìn per lo sviluppo del progetto DORMS Bocconi

Ad inizio Novembre 2017 è stato avviato il cantiere per il Dorms della Bocconi, completando la realizzazione dell’opera ad aprile 2018.

I lavori vedono la collaborazione dell’architetto Marco Zanibelli dello studio Costa e Zanibelli Associati di Milano (Via Rasori 9), una realtà con la quale Resìn ha già collaborato con ottimi risultati per un decennio e che aveva già realizzato lavori per la vecchia struttura della Bocconi. Questa sinergia ha portato alla realizzazione di una pavimentazione in resina nella tonalità grigia effetto cementato spatolato, che ricopre circa 10 mila metri quadrati di superfice.

Il tipo di resina scelto è un bicomponente di natura epossidica e poliuretanica con una cromia grigia esclusiva, sia come nuance che come texture finale.
I lavori hanno come risultato un ambiente pulito ed elegante, dalle linee fluide e minimali, con risvolti estetici eccellenti, grazie all’assenza delle fughe delle pavimentazioni tradizionali.
Il gioco della resina in questo particolare caso, crea una continuità percettiva rispetto alle strutture verticali ed agli eventuali ripiani e si presta particolarmente per architetture di forme e materiali peculiari come questa.

Avendo l’edificio uno sviluppo ovaloide, la resina è stata la scelta ideale, in quanto si tratta di un materiale fluido che solidifica una volta posato e che si presta perciò ad adattarsi alle più svariate forme. È importante sottolineare che nell’utilizzo della resina come pavimentazione, non ci sono né sprechi, né scarti, che con i classici materiali sarebbero risultati non indifferenti.

La pavimentazione in resina si può notare sia all’interno degli appartamenti, che nei vari corridoi dell’edificio, che nelle zone ricreative. Risulta chiaro come, essendo aree adibite al passaggio di molteplici persone ogni giorno, al valore estetico è stata fondamentale affiancare l’elevato indice di prestazione meccanica del materiale. La resina per sua caratteristica intrinseca si presta, con un’elevata resistenza, all’usura ed al graffio, nonché al ripetuto calpestio; le sue particolari caratteristiche sono state alla base della scelta, oltre naturalmente ai criteri estetici.

Questa fruttuosa collaborazione decennale con lo studio di architettura Costa e Zanibelli Associati, ha portato all’eccellente risultato del progetto Dorms.
Il know-how e le competenze tecniche dell’azienda Resìn, supportati dalle scelte stilistiche e strutturali dell’architetto Marco Zanibelli, hanno fatto sì che oggi il campus Bocconi possa vantare uno splendido edificio per i propri studenti.
Complesso fruibile in tutti i suoi spazi, accogliente ed esteticamente gradevole, funzionale, resistente all’usura ed in grado di accogliere gusti estetici disparati.

Questa del Dorms, è stata sicuramente una sfida interessante, sia in termini di dimensioni, che di spazi ed ha richiesto molto impegno da entrambe le parti per l’ottima riuscita del lavoro.
Dietro ai risultati visibili c’è un notevole studio su come definire, gestire ed armonizzare i dettagli tecnici e quelli estetici.

Da grandi sfide derivano grandi responsabilità, e la sfida è stata colta portando a casa il successo di un lavoro di grande unicità, sia in termini di visibilità che di dimensioni.
Questa collaborazione ha permesso all’azienda Resìn di crescere professionalmente trattandosi di una lavoro molto impegnativo, con un grosso cantiere alle spalle, e soprattutto perchè il risultato conseguito è stato performante sia in termini di efficienza e qualità, sia dal punto di vista estetico.

La decennale collaborazione tra Resin e lo studio di architettura Costa e Zanibelli associati, ancora una volta si è dimostrata di grande valore per entrambi. La scelta dell’architetto per la posa dei pavimenti nel progetto Bocconi è si è rivelata sicuramente vincente ed ha prodotto un risultato finale di grande valore estetico. È utile sottolineare che questo tipo di materiale e di progettazione, apre possibilità e prospettive future di grande respiro, offrendo spazi di progettazione e pavimentazione anche e non solo, su superfici non convenzionali, permettendo di rendere gli ambienti accoglienti, eleganti e duttili, in grado di incontrare il gusto di molti.

L’effetto che si voleva ottenere è stato raggiunto, in termini estetici riguardo la ricerca del minimalismo, l’assenza di punti di giuntura, la percezione di continuità degli spazi, e dal punto di vista funzionale, della fruibilità in termini di vita quotidiana e della pulizia degli stessi.

 

Cliente: Università Bocconi
Oggetto: Residenza Castiglioni – Bocconi Urban Campus
Progetto architettonico: Costa Zanibelli Associati, Arch. Marco Zanibelli
Master Plan Campus: Sanaa Tokyo
Impresa: Percassi SpA
Fotografie: Studio Tettamanzi

 

Lascia un commento